12 settembre 2007

Nuovo test di missile nucleare indiano

Ogni tanto qui si segnala la corsa agli armamenti missilistici in atto tra India e Pakistan. Senza pretesa di completezza, negli ultimi sei mesi abbiamo parlato dei test del missile pakistano Hatf VII Babur, in grado di trasportare testate nucleari a 700 km di distanza, di quello del missile indiano Agni III a due stadi, in grado di portare armi nucleari a 3000 km di distanza, e di un altro test dell'Hatf VII Babur pakistano.

Ora è di nuovo la volta dell'India, che stando all'ANSA ha segretamente testato un missile a capacità nucleare con gittata di 1500 km, che può essere lanciato dai sottomarini. Il missile, chiamato SLBM, è considerato il più avanzato dell'arsenale indiano, e anche, sempre stando all'ANSA, il più sicuro.

Sicuro per chi?

3 commenti:

disordinementale ha detto...

Un'arma... sicura!
Questi giornalisti...

ste ha detto...

Un altro indizio che erano nel giusto quelli che dicevano che il comportamento dominante degli USA spingerebbe gli stati verso l'armamento nucleare come unica possibilità di rimanere un po' alla pari, dopo lo smantellamento dell'Onu.

linkXte ha detto...

Ciao, il tuo blog è interessante se vuoi puoi inserire una sua descrizione nella mia blogdirectory.

linkXte

http://linkperte.blogspot.com/