08 ottobre 2008

Congelamento

E va bene che è l'Islanda, paese notoriamente freddo. Solo che stavolta a finire congelati sono i conti correnti dei clienti britannici di una controllata della seconda banca del paese, la Landsbanki. Immaginate un po' di non poter più ritirare i soldi dal vostro conto corrente. L'Islanda è sull'orlo del tracollo finanziario, e ha appena ottenuto un maxi-prestito dalla Russia nel tentativo di salvare le proprie banche. E si parla anche di un suo forzato ingresso nell'Unione Europea. Il problema però è se l'UE stessa sarà in grado di salvare le proprie banche, se queste dovessero iniziare a fallire.

Mentre i ghiacci finanziari avanzano, quelli reali, sempre in Islanda, si ritirano a causa del riscaldamento globale. Infatti, giunge la notizia che quest'anno, per la prima volta, si è potuto coltivare grano in Islanda.

3 commenti:

Rigitans' ha detto...

un post interessante, ma che incupisce un po'...e poi il nome del tuo blog non mi aiuta a non pensare che siamo nella merda e ancora non ne siamo consci. tutte le borse a -7,-9%. la borsa è un elemento che è meglio che non c'è viste certe reazionia catena per colpa delle speculazioni.

BC. Bruno Carioli ha detto...

Mala tempora currunt.

structured settlements ha detto...

well i am sure this will interest lot of folks