15 luglio 2007

Favelas e milionari

Due notiziole, uscite casualmente lo stesso giorno, che illustrano meglio di tanti ragionamenti i meccanismi che generano la povertà.

Notiziola n.1
Brasile: 12, 4 mln abitanti favelas
Governo aveva sbagliato calcoli, pensava fossero la meta'
(ANSA) - SAN PAOLO, 15 LUG - Gli abitanti delle 'favelas', le baraccopoli brasiliane, sono il doppio di quanto riteneva il governo che ha dovuto ammettere l'errore. I dati indicavano 6,3 milioni di persone, appartenenti a 1,4 milioni di famiglie. Ma da una elaborazione realizzata dalla Fondazione Istituto brasiliano di geografia e statistica (Ibge) e' emerso che si tratta di 12,4 milioni di persone che vivono in condizioni ai limiti dell'umano in 3,2 milioni di case.
Notiziola n.2
Brasile: i milionari sono 130. 000
Rappresentano 0, 7% della popolazione con 573 mln dlr, studio
(ANSA) - SAN PAOLO, 15 LUG - Il Brasile conta ben 130.000 milionari (in dollari) che concentrano oltre il 50% del Prodotto interno lordo del Paese.E' quanto emerge da uno studio realizzato dal Fisco brasiliano e da un istituto specializzato, The Boston Consulting Group. Il drappello dei milionari rappresenta lo 0,7% della popolazione ed e' il gruppo piu' ricco d'America latina, con una fortuna stimata a 573.000 mln di dlr (416.000 mln di euro) che, appunto, equivale a oltre la meta' del Pil brasiliano.
Anche da noi, il divario fra ricchi e poveri continua a crescere. E chissà che non ci ritroviamo ad essere come il Brasile senza neanche accorgercene.

2 commenti:

disordinementale ha detto...

Come il Brasile o come l'Argentina...

Sir Percy Blakeney ha detto...

Ma io direi presto come l'Italia.
Il Brasile e' un paese in crescita rapida basta vedere i cambiamenti in positivo negli ultimi 10 anni, oggi ospita le olimpiadi PanAmericane ed in tutta sicurezza.La gente lavora, il welfare e' migliore di quello italiano, la gente vive... ed arriva a fine mese.In Italia?