13 febbraio 2007

Muoiono le api

Apprendiamo dall'ANSA che negli USA una misteriosa malattia sta decimando le api, con perdite fino all'80% della popolazione dell'alveare, e danni per centinaia di migliaia di dollari.

Ma anche in Svizzera si hanno morie anomale di api, e già nel 2002-2003 si era avuta una moria anomala in Francia, Germania e Svizzera le cui causa non sono mai state chiarite.

Moria di api anche in Piemonte.

E visto che siamo in tema, segnaliamo il fatto che le api evitano i campi seminati con varietà OGM, segno che queste piante non sono proprio uguali alle altre per chi qualcosa ne capisce!

6 commenti:

:: Straker :: ha detto...

Guarda caso, anche il 2003 fu un anno di pesanti irrorazioni.

Zret ha detto...

Quasi certamente sono le scie chimiche. A furia di irrorare...
Che Dio stramaledica gli avvelenatori ed i loro portavoce come Attivissimo!!!

Anonimo ha detto...

volevo segnalarvi che a formia in provincia di latina sta avvenendo da tre giorni questo strano fenomeno della moria di api....ne trovo a decine morte o moribonde sul balcone di casa mia e oltre ad essere dispiaciuta per loro sono fortemente preoccupata per la salute del nostro pianeta malato

Anonimo ha detto...

...possibile che non si prenda coscenza che morte le api il genere umano abbia poi solo piu 4 anni di vita? cosi ciechi,cosi egoisti... ma la nostra razza si merita poi di calpestare questo splendido pianeta? fin dove la ns cieca stupidita deve portare la linea di confine.. il problema e' che se i segnali piu' che evidenti ormai non sono tenuti di conto, ci si fermera' tutti dico tutti, solo quando il giocattolo sara' rotto..e li.....

Anonimo ha detto...

pare che ci sia una teoria molto più preoccupante...gli ogm, abbassano le barriere immunitarie delle api...ed un morbo conosciuto e molto infettivo sta decimando le api...altro che veleni

meditate gente

hmd

Fausto Intilla (fisico teorico) ha detto...

I ricercatori tedeschi hanno compreso uno dei processi iniziali dell'attacco: i batteri colonizzano l'intestino delle larve e si nutrono del cibo ingerito dall'insetto. Un gruppo di scienziati tedeschi ha scoperto un nuovo meccanismo di diffusione dell’infezione della più fatale delle malattie delle api, la peste americana (Abf, American foulbrood). L’Abf è l’unica malattia infettiva che può uccidere intere colonie di api: ogni anno questa terribile infezione è la causa di ingenti perdite economiche tra gli allevatori di api di tutto il mondo e l’unica misura di controllo è distruggere l’alveare infetto. In un contributo pubblicato su Enviromental Microbiology, Elke Genersch dell'Institute for Bee Research (Berlino, Germania) e colleghi spiegano di aver scoperto come l’Abf si diffonde. Il batterio Panebacillus larvae, responsabile della malattia, colonizza l’intestino delle larve di ape, moltiplicandosi all’interno e sopravvivendo grazie al cibo ingerito dagli insetti. Quando non arriva più il nutrimento, i batteri invadono gli organi vitali delle larve, uccidendole. Questa scoperta rappresenta una svolta radicale nel campo delle patologie delle api. Prima, infatti, si riteneva che la sede di proliferazione dei batteri fossero gli organi vitali della larva e non che la moltiplicazione dei batteri avvenisse all’interno dell’apparato digerente. “Adesso che abbiamo scoperto come si diffonde la malattia, possiamo cominciare a cercare il modo di impedire la propagazione dell’infezione”, sostiene il Professor Genersch. La comprensione delle interazioni degli agenti patogeni è infatti alla base dello sviluppo di effettive misure di cura e controllo delle malattie. (e.r.)
(Fonte:http://www.galileonet.it/news/9932/dove-comincia-linfezione)