09 ottobre 2006

Test nucleare della Corea del Nord

La Corea del Nord è entrata a far parte del club nucleare, facendo esplodere la sua prima bomba atomica. Non possiamo che osservare che il risultato del fatto che qualcuno grande e grosso redige una lista di "stati canaglia" è che questi facciano di tutto per procurarsi l'unica arma in grado di garantire la loro sopravvivenza. Con questo non vogliamo trovare scusanti per la Corea del Nord, ma notare come ogni espressione di ostilità porti a delle conseguenze, che porteranno ad altre conseguenze, in un avvitamento mortale. Cinquant'anni di guerra fredda dovrebbero avercelo insegnato, ma evidentemente non è così. Mentre gli USA parlano di una "atto provocatorio", e il Giappone di "atto imperdonabile", il mondo compie un altro passettino verso l'orlo del baratro.

Nel frattempo, estinizioni a go-go a causa del cambiamento climatico. Ma pare che non interessi quasi a nessuno, che le meraviglie create dalla natura nell'arco di milioni di anni vengano perse per sempre. Le rane arlecchino stanno scomparendo. Un altro pezzetto di Dio che muore.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Soli(se sopravviveremo)con i nostri rifiuti!
Ogni tanto passo a trovarti hai visto?
Massimiliano

Valerio ha detto...

"Un altro pezzetto di Dio che muore."
Raramente ho trovato frasi di una tale intensità emotiva...
Con ammirazione
Valerio.

Deserteur ha detto...

@Massimiliano: bentornato! sono contento di risentirti.

@Valerio: Grazie. Certe volte provo un immenso sconforto a pensare a cosa stiamo facendo. Sono convinto che l'uomo potrà iniziare a vivere in armonia con la natura solo quando le grandi religioni inizieranno ad accettare il fatto che le meraviglie della natura sono l'espressione più evidente della grandezza di Dio, e che portandole a distruzione noi uccidiamo anche lui. Ma per questo ci vorrà moltissimo tempo, e noi ne abbiamo ormai così poco.

red ha detto...

Non capisco questo dover infilare per forza gli Stati Uniti, quasi a voler spacciare questo atto in una forma di autodifesa della Corea. L aproliferazione delle armi nucleari è dannosa e pericolosa, ma lo è ancor di più quando sta nelle mani di pazzoidi come il dittatore coreano.

Deserteur ha detto...

La corsa al riarmo di fronte a minacce esterne è una reazione ben nota, che si è avuta durante tutto il corso della storia. Neanche io sono felice che la Corea del Nord abbia la bomba, ma le cause vanno cercate anche nelle minacce fatte a questo paese. Ignorare queste ovvie relazioni di causa-effetto significa solo rifiutarsi di analizzare la situazione geopolitica, cercando di attribuire tutto alla (presunta) pazzia di un dittatore. Il che può essere forse consolante, ma anche molto miope.