19 giugno 2006

Test missilistico della Corea del Nord

Mentre qui da noi trepidiamo per le sorti della nazionale, e gongoliamo (chi più chi meno) per il pretendente al trono gettato nelle patrie galere, il mondo è in allarme perché pare che la Corea del Nord si accinga ad effettuare un test balistico di un missile, denominato Taepodong 2, che nella versione a tre stadi potrebbe essere in grado di colpire gli Stati Uniti. Non solo gli USA sono molto allarmati, ma anche le potenze dell'area come Cina e Giappone.

Di più al momento non si sa, ma gli statunitensi sostengono sulla base di foto satellitari che è stato completato il rifornimento di carburante, il che indica che il test è prossimo, visto che svuotare i serbatoi + un'impresa molto complessa. Il ministro degli esteri giapponese, Taro Aso, ha detto che se per caso il missile dovesse cadere sul Giappone, verrebbe considerato come un atto di guerra (più tardi ha un po' smussato i toni).

Restiamo dunque in attesa di questo ennesimo acuirsi della tensione internazionale. Chi volesse ulteriori dettagli, può leggere ad esempio l'articolo sul New York Times.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Gli Usa possono nuclearizzare la Corea mille volte, figuriamoci se si preoccupano per un missiletto!

Leo ha detto...

Penso che la strategia di procurarsi armi più pericolose, effettuare test missilistici, rientri almeno in parte in un discorso di antiamericanismo che il mondo non globalizzato (Iran, l'appoggio della Russia, ecc.) oppone alle superpotenze.
Che si preannunci qualcosa di rivoluzionario??